Commissioni zero su Robinhood: un milione di utenti in coda

Tratto da Il sole 24 Ore, Robinhood: commissioni zero su Bitcoin. Ma c’è un milione di persone in coda, P.Sol.

 

Robinhood: un milione di utenti in coda per le commissioni zero

Il campione delle commissioni zero, Robinhood, ha iniziato a offrire transazioni con fee azzerate anche per chi vuole acquistare e vendere criptovalute, a partire da Bitcoin ed Ethereum. Ma per acecdere al servizio, attivo solo in alcuni stati americani, c’è una lunga fila d’attesa, di almeno un milione di persone.

L’interesse per il sito di brokeraggio Robinhood, che ha raggiunto quattro milioni di utenti proprio per il suo servizio completamente libero da commissioni sulle transazioni finanziarie, è esploso a gennaio quando ha annunciato il nuovo servizio Robinhood Crypto, promettendo di annullare le fee anche sulle criptovalute: da allora si è aggiunto un altro milione di iscritti. Il servizio è limitato al momento ai residenti in California, Massachusetts, Missouri, Montana e New Hampshire.

Con questa mossa la startup statunitense, recentemente valutata 1,3 miliardi di dollari nell’ultimo round di finanziamento, punta a fare concorrenza diretta alle piattaforme ufficiali di exchange per criptovalute, compresa Coinbase che punta alla quotazione con una valutazione leggermente superiore, pari a 1,6 miliardi di dollari.

 

I costi del mining in caduta

L’azzeramento delle commissioni di Robinhood non comprende quelle previste per i miners, gli operatori incaricati dello sviluppo del sistema Bitcoin e della certificazione delle singole transazioni nella blockchain. Si tratta di fee fisse che sono arrivate a gennaio fino a un picco di 55 dollari fissi per ogni singola transazione.

Ma, a partire dalla fine di dicembre, anche queste commissioni stanno scendendo a rotta di collo, di concerto con il ritorno a una operatività più normale – si fa per dire trattandosi di criptovalute – sul mercato. D’altra parte le transazioni sono oggi dimezzate rispetto alle 400mila medie di dicembre e quindi i “minatori” sono meno richiesti.

Rispondi