Criptoshock: la Cina spinge giù il mercato

Il mercato delle criptomonete nuovamente in crisi per le notizie dalla Cina

Dopo una timida ripresa, il valore del bitcoin è sceso nuovamente dell’11.8% nelle ultime 24 e ha rotto il supporto di 8.000 dollari, deprimendo anche il valore delle Altcoin. Al momento BTC viene scambiato su Bitstamp, Coinbase e altri exchange intorno a 7.700 dollari, vicino al minimo da un mese raggiunto lo scorso venerdi (7.626 dollari). Dopo aver toccato la soglia di 7.626 dollari, il valore del BTC aveva registrato una sensibile ripresa, guadagnando 1.200 dollari in una sola ora e superando in seguito i 9.000 dollari. Questa crescita aveva sparso un certo entusiasmo nella cripto-comunità, che oggi si trova tuttavia nuovamente divisa sulle prospettive del Re delle criptovalute e degli altcoin.

Andamento BTC in tempo reale 

[currencygraph currency1=”btc” currency2=”usd”]

Le incertezze 

Una serie di fattori, dopo l’entrata in vigore delle regolamentazioni in Corea del Sud, continuano a gettare incertezza sui mercati. Pochi giorni fa le banche americane JP Morgan e Bank of America hanno annunciato che non permetteranno di  acquistare criptomonete con le loro carte di credito  (rimangono possibili gli acquisti con carte di debito e bonifici bancari).  Parallelamente, il Ministro delle finanze indiano ha lasciato intendere l’intenzione di regolamentare il criptomercato per porre fine alle attività illecite che ruotano intorno alle criptovalute. Inoltre, nei giorni scorsi la questione Bitfinex e la possibile insolvenza di Tether (USDT) hanno portato ulteriore preoccupazione tra gli investitori. 

Nella giornata di oggi la Cina ha annunciato di voler bloccare gli scambi di criptomonete sui portali esteri, innescando una spirale di vendite nei mercati: tutte le prime 15 criptomonete per capitalizzazione di mercato registrano perdite tra il 10 e il 20% e sono vicine ai minimi dallo scorso dicembre.

Le voci dalla comunità

Sui social media, i trader rimangono relativamente fiduciosi rispetto al futuro delle criptovalute, sebbene non manchino opinioni negative.

John McAfee, per lungo tempo sostenitore del Bitcoin e da qualche mese sostenitore di molti altcoin, ha scritto su Twitter che le oscillazioni di prezzo del BTC vanno inserite comunque in un contesto di declino del suo valore nel lungo periodo.  

D’altra parte, Ran Neuner (CNBC) ha evidenziato che nonostante il recente calo, la capitalizzazione del mercato delle criptovalute “rimane ancora ai livelli di Dicembre 2017”. Al momento della pubblicazione di questo articolo, la capitalizzazione totale del mercato ammonta a circa 400 miliardi di dollari: questo livello era stato raggiunto per la prima volta il 7 Dicembre. 

 

 

Rispondi