Verso una ICO Starbucks?

Tratto da CCN, Is Starbucks having an ICO?, Roxy Terletska, 28 gennaio

L’Executive Chairman di Sturbucks Howard Schultz ha parlato di criptomonete alla conference call dell’azienda, affermando che nei prossimi anni le valute digitali saranno ampiamente diffuse.

Schultz ha inoltre espresso I propri dubbi sul fatto che il Bitcoin sarà una di esse: “non credo che il bitcoin sarà una vera valuta digitale di largo utilizzo nel futuro”. Schultz si aggiunge cosi ad un folto gruppo di celebrità che rimangono scettiche sul bitcoin, tra le quali i nobel Josheph Stiglitz  e Robert Shiller, l’investitore Warren Buffett, il CEO di JP Morgan Jamie Dimon. Tuttavia, a differenza di questi ultimi, Schultz ha espresso le proprie critiche sul Bitcoin focalizzandosi sulla scarsa utilità della valuta per l’acquisto di beni di consumo quotidiani.

Quindi significa che Starbucks si sta preparando a lanciare una ‘vera’ criptomoneta? Sfortunatamente, per gli entusiasti della blockchain, la risposta di Schultz è no. Nel suo intervento Schultz ha chiarito che “Starbucks non sta annunciando che formerà una criptomoneta o che investirà nel mercato”. Tuttavia, rumors lasciano pensare che l’azienda ci stia lavorando segretamente. Starbucks ha già sperimentato una rapida crescita dei pagamenti mobile e sta testando una no cash policy in una delle sue sedi a Seattle.

Schultz crede infatti che la tecnologia blockchain giocherà un ruolo fondamentale nella strategia dei pagamenti nel futuro:

“Stiamo entrando in una nuova era…nella quale la blockchain fornirà una quota significativa della valuta digitale che verrà utilizzata dai consumatori. Credo che Sturbucks sia in una posizione unica per avvantaggiarsene…”

Rispondi