Western Union adotterà Ripple?

Western Union potrebbe presto utilizzare Ripple per i trasferimenti internazionali.

Il Direttore Finanziario di Western Union (WU) Raj Agrawal ha dichiarato in un’intervista rilasciata a Bloomberg il 14 febbraio che l’azienda starebbe studiando la possibilità di effettuare transazioni sfruttando la Blockchain di Ripple (XRP). Secondo Bloomberg, anche il Direttore Generale di Western Union Hikmet Ersek avrebbe confermato l’esecuzione di test da parte della compagnia.

Dopo un lungo periodo di speculazione sostenuto da ripetute voci di corridoio, Western Union ha quindi confermato di star effettivamente testando la tecnologia Ripple. Nel 2017, WU ha dichiarato introiti per 1,4 miliardi di euro, un incremento del 5% rispetto all’anno scorso.  

Anche il CEO di Ripple Brad Garlinghouse ha riferito a Bloomberg che WU ha deciso di esaminare la loro piattaforma per facilitare i trasferimenti di denaro, in particolare quelli internazionali. Secondo Garlinghouse Ripple permette di effettuare transazioni molto più veloci ed economiche rispetto al Bitcoin: per questa ragione il colosso dei trasferimenti internazionali avrebbe scelto la criptovaluta XRP.  

Solo pochi giorni fa Ripple ha firmato un accordo con  l’Autorità Monetaria Saudita (SAMA), per offrire alle banche del paese la tecnologia necessaria per effettuare pagamenti internazionali.

Il valore di Ripple era schizzato alle stelle a fine 2017, raggiungendo circa 3 dollari. Tuttavia, nell’ultimo mese, con il crollo generale del mercato delle criptomonete, il prezzo di XRP era sceso sotto al dollaro. Da qualche giorno, seguendo il trend del mercato, il valore è in rialzo: viene scambiato a circa 1,1 dollari. Non ci resta che attendere gli effetti di questa notizia sui mercati.

Rispondi